Luminar VIII|Venezia|5.2.2009
Luminar VIII|Venezia|5.2.2009

05.02.2009-06.02.2009_LuminarVIII   convegno

5.02.2009

Venezia
Fondazione Querini Stampalia
ore 14.00

intervengono
Sergio Bertelli, Monica Centanni, Roberto Danese, Massimo Fusillo, Andrea Rodighiero, Margherita Rubino, Cristiano Tessari

6.02.2009

Venezia
Fondazione Querini Stampalia
ore 10.00

intervengono
Lorenzo Bonoldi, Ester Brunet Studium, Giorgio Busetto, Katia Mazzucco, Alessandra Pedersoli, Ilaria Tontardini

organizzato da
Centro studi classicA, Associazione Engramma, Fondazione Querini Stampalia

 

 

Due giornate di studio dedicate al rapporto tra cinema e tradizione classica, per analizzare e approfondire l’affinità tra gli studia humanitatis e la cinematografia come veicolo di comunicazione e di trasmissione del ‘classico’.

La recente fortuna di un genere cinematografico che potremmo definire ‘classical-fiction’ – basti pensare a Three Hundreds (2007), Alexander (2004), Troy (2004), The gladiator (2000) – pone alcuni quesiti relativi alla realizzazione dei grandi investimenti hollywoodiani degli ultimi anni legati alla rappresentazione del mondo greco-romano, in rapporto con le ragioni e le dinamiche della tradizione dell’antico nell’età contemporanea.

Questo genere cinematografico ha in realtà una storia sua propria, che risale addirittura agli inizi del Novecento, e che trova un momento di particolare successo nella produzione dei kolossal e delle pellicole peplum – film in costume, di soggetto epico-storico-mitologico – degli anni Cinquanta e Sessanta, ma che ha trovato anche esiti d’autore, come nel caso dei film di Pier Paolo Pasolini tratti dai nuclei mitici della tragedia greca.

Diversi sono stati dunque gli approcci che questo tipo di prodotti cinematografici ha intrattenuto con il suo stesso oggetto: l’antichità classica. Diversi sono stati anche i risultati: in parte legati all’evoluzione tecnica dell’arscinematografica (si pensi alla ricostruzione degli ambienti e dei costumi), in parte – e forse soprattutto – legati a quali intenzioni e a quali ‘visioni’ dell’antico hanno animato la realizzazione dei film.

Luminar 2009 mette a dialogo filologi, cinefili, studiosi di storia della fortuna del classico, non solo sul tema delle diverse rappresentazioni cinematografiche di storie eroi immagini dell’antichità, ma anche sulla diversa ricezione di ‘epica’, ‘commedia’ e ‘tragedia’ nelle pellicole, e infine sui presupposti della tradizione-tradimento, della mimesis-fiction, del mythos-plot: su quali idee e quali dinamiche del classico, il cinema – nella sua evoluzione storica – ci trasmette come attuale veicolo della tradizione dell’antico.

Questa edizione di Luminar 8 è sostenuta dal Dipartimento Ricerche IUAV e dalla Presidenza della Facoltà di Architettura IUAV, sotto il patrocinio della Regione Veneto.